Il Jūjutsu (柔術), conosciuto anche come Jujitsu, Ŕ un'arte marziale giapponese il cui nome significa letteralmente:

(柔) -> flessibile, cedevole, morbido

Jutsu (術) -> arte

Il Jūjutsu era praticato dai bushi (guerrieri) che se ne servivano per giungere all'annientamento fisico dei propri avversari provocandone anche la morte,a mani nude o con armi. Il Jūjutsu Ŕ un'arte di difesa personale che basa i suoi principi sulle radici del nome originale giapponese:

HEY YO SHIN KORE DO -> "il morbido vince il duro"

In molte arti marziali, oltre all'equilibrio del corpo, conta molto anche la forza di cui si dispone. Nel Jūjutsu, invece, la forza della quale si necessita proviene proprio dall'avversario. Pi¨ si cerca di colpire forte, maggiore sarÓ la forza che si ritorcerÓ contro. Il principio, quindi, sta nell'applicare una determinata tecnica proprio nell'ultimo istante dell'attacco subito, con morbidezza e cedevolezza, in modo che l'avversario non si accorga di una difesa e trovi, davanti a sÚ, il vuoto.

HONTAY YOSHIN RYU-> Lo stile

L'Hontay Yoshin Ryu Ŕ uno dei pochi stili di Ju-Jitsu tradizionale riconosciuti dal Kodokan di Tokyo riconducibile ad una scuola di arti marziali nata intorno al 1600, che ha continuato a resistere nel tempo grazie ai suoi principi e alla sua efficacia. Nel bagaglio tecnico e culturale c'Ŕ anche l'uso dell armi tradizionali giapponesi, come la spada (Katana), la spada corta (Wakizashi), il bastone lungo (Bo), il bastone corto (Hambo), il coltello (Tanto). E' un'arte marziale che non necessita di forza o grandezza o prestazione fisica, ma di tecnica, che si esprime con movimenti naturali, adatta a tutti, bambini, ragazzi, uomini e donne, diventando in caso di necessitÓ uno strumento per difesa personale eccellente, questa Ŕ la ragione per cui la disciplina Ŕ nata, si Ŕ trasformata e viene tramandata.